Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

logo bio spighe toscane 2019

 

La farina di farro di Spighe Toscane è ottenuta dalla molitura a pietra delle cariossidi delle piante del genere Triticum  sia dicoccum  che monococcum.

Il farro, uno dei più antichi cereali noti nella storia, è un frumento della famiglia delle Graminacee , con la caratteristica di essere molto resistente e di IMG 20200529 WA0004 crescere  su terreni poveri, anche con clima rigido, a differenza di altri cereali più delicati. Proprio per questa sua resistenza, non necessita di diserbo o di concimazione a base di prodotti non naturali, e quindi risulta un

generalmente “pulito” da sostanze chimiche.Ma non è solo questo uno dei motivi che ci dovrebbe spingere a utilizzarlo anche giornalmente nella nostra alimentazione.La farina di farro di Spighe Toscane è molto interessante dal punto di vista nutrizionale ed è adatta a tutti, dai grandi ai piccini, dai sedentari agli sportivi, in gravidanza e in menopausa. Infatti ha un elevato contenuto di fibre, circa 7,6 gr su 100 gr di prodotto per il monoccocco e 7,8 gr su 100 gr di prodotto per il dicocco. Questo, insieme alla sua notevole capacità di assorbire acqua, lo rende un alimento saziante e leggermente lassativo. Inoltre troviamo una buona percentuale di proteine,  circa 13 gr su 100 gr di prodotto per il monococco e 13.5 gr su 100 gr di prodotto per il dicocco, con una quantità importante di  metionina, un amminoacido essenziale, coinvolto nella sintesi della carnitina,  della cisteina e di altri fosfolipidi. Buona anche la presenza di vitamine del gruppo B.Accanto a tutto ciò, aggiungiamo anche che la farina di farro non contiene molte calorie  quindi perfetta per  regimi dimagranti.
Per cosa la possiamo utilizzare? La farina di farro viene utilizzata soprattutto per la produzione di pane e pasta. Un 'alimentazione a base di prodotti derivati dal farro è particolarmente indicata anche per chi non digerisce pane, pasta o altri prodotti costituiti da grano duro o tenero, ma non per chi deve seguire una dieta gluten free, perché contiene glutine. Ci possiamo però sbizzarrire anche a preparare dolci come torte, crostate, biscotti, torte salate e anche crêpes, piadine, crackers e grissini.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

logo bio spighe toscane 2019

 

Che Farro usi? Integrale, decorticato o perlato? Occhio al farro falso…

Il farro è non è tutto uguale, ma anzi sotto il nome di farro si nasconde qualche sottoprodotto di questo cereale, e proprio per questo è facile acquistare “farro”, per poi scoprire che farro non è.Facciamo allora un po’ di chiarezza sulle varietà in commercio.

Ne esistono tre tipologie: il dicocco, il monococco e il farricello! Il primo è quello che coltiva Spighe Toscane nella sua fattoria a Bagno a Ripoli sulle collineprodotti a di Firenze, e con il quale crea i suoi fantastici prodotti, come la farina, le gallette e le nuvole.Il suo nome scientifico è Triticum dicoccum, chiamato appunto farro dicocco perché la spiga è appiattita e presenta generalmente due chicchi.Le caratteristiche del Triticum dicoccum sono simili a quelle del grano duro, ma, a differenza di questo, il chicco del farro dicocco presenta minori quantità di glutine e contiene una maggiore quantità di sali minerali.Inoltre il farro dicocco ha struttura e organizzazione dell’amido differente rispetto al grano, e tale caratteristica influenza sia la velocità di digestione sia l’indice glicemico.Le notizie sulla coltivazione del Triticum dicoccum risalgono al  quarto millenio a.C. in Egitto, da dove poi arrivò in Italia.Qui rimase il cereale più diffuso e coltivato per tutto il periodo romano e anche successivamente, nel Medio Evo fino alla scoperta dell’America.Poi, in seguito alla scoperta di Colombo, il farro dicocco venne sostituito sulle tavole da altri cereali importati dalle Americhe, ed in particolare dal mais.
Oggi il farro dicocco ha subìto un nuovo incremento della produzione grazie alla resistenza della pianta ed al basso impatto ambientale della sua coltivazione, nonché al gradimento da parte dei consumatori.Il farro dicocco è infatti una pianta rustica, capace di adattarsi a terreni e a temperature in cui

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

logo bio spighe toscane 2019

 

La Coltivazione del Farro di Spighe Toscane

prodotti a

 Il farro è un cereale molto interessante dal punto di vista nutrizionale per la sua ricchezza in vitamine e Sali minerali. Per ottenere un farro eccellente è necessario seguire delle regole precise nella coltivazione insieme a tanto lavoro e tanta passione. Ed è proprio grazie a quella dedizione impiegata da Spighe Toscane che sulla nostra tavola arriva un prodotto di qualità adatto sia a grandi che a piccini.

Il Farro Monococco e il Farro Dicocco utilizzato da Spighe Toscane per i suoi prodotti è, in parte, coltivato dalla Azienda agricola biologica Monna Giovannella di Antella – Bagno a Ripoli, all’ interno della quale è situata Spighe Toscane.

Si è poi creata, con Spighe Toscane in veste di promotore, organizzatore e acquirente, una rete di produttori toscani che conferiscono i loro raccolti per la trasformazione e produzione di Spighe Toscane.

Il Farro Monococco è l’antenato di tutti i grani, e quindi, anche del grano moderno.È il cereale di cui si nutre l’uomo fin dai tempi più remoti.Adatto a terreni poveri, trova oggi grande interesse per i suoi preziosi valori nutrizionali e per la sua ottima digeribilità.Le spighe sono semplici, con chicchi piccoli e piatti, contrapposti e dotati di reste, i caratteristici “baffi”.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

IL FARRO DI SPIGHE TOSCANE

logo bio spighe toscane 2019

 

Il farro o Triticum dicoccum è un cereale che appartiene alla famiglia delle Graminacee, ed è una varietà di grano duro.prodotti a quadrato

È un ottima fonte di proteine, ed infatti in 100 grammi ne sono presenti circa 15,1 grammi.

Nel farro è presente anche una buona quantità di fibre, insieme alla vitamina A, alla B1 e alla B6, ed anche alla vitamina C.

Abbondante anche la presenza di sali minerali come ferro, calcio, fosforo, sodio, magnesio e potassio.

L’alto contenuto di selenio è la sua caratteristica principale che lo rende un efficiente antiossidante.

Il selenio contenuto nel farro ha come azione quella di contrastare l’effetto negativo dei radicali liberi, ossia dei maggiori responsabili dell’invecchiamento e di tutte le forme di degenerazione cellulare.

Il suo basso apporto calorico rispetto agli altri cereali è un altro importante motivo per utilizzare il farro e per preferirlo in tutti i regimi dimagranti.

Altra sua peculiarità è la presenza della metionina, carente in quasi tutti gli altri cereali, e coinvolta nella sintesi della carnitina, della cisteina e altri fosfolipidi.

Si tratta di un aminoacido essenziale, che come tale non può essere autonomamente sintetizzato dal nostro corpo, e che quindi deve essere necessariamente introdotto con l’alimentazione.

Grazie a queste meravigliose qualità nutrizionali il farro andrebbe inserito nella nostra alimentazione quotidiana per godere di tutti i benefici che il suo consumo può apportare al nostro organismo.

Fondamentale è scegliere un farro di buona qualità, come quello di Spighe Toscane, nota azienda fiorentina con coltivazione diretta nella sua fattoria a Bagno a Ripoli.

Il farro è ottimo per le zuppe di cereali, calde e indicate per la stagione invernale, ma anche per i piatti freddi, gustosi e ideali per le calde giornate estive.

Tanti sono i buoni motivi per iniziare a provare il farro in cucina, vista la sua versatilità e la sua gradevolezza per tutti, sia grandi che piccini.

Buonissimo è il pane di farro da utilizzare a partire dalla colazione, o per la merenda dei bambini.

Esistono ricette sfiziose e semplici da realizzare anche con la pasta di farro.

Ovviamente può essere usato anche in chicco, cucinato da solo o mescolato ad altri alimenti come le verdure, anche in una semplice insalata di farro con i pomodori freschi.

Ma è bene legare questo prezioso cereale soprattutto ai legumi, per completare la catena di aminoacidi essenziali che questi due preziosi alimenti presentano insieme, ognuno per la sua parte, e così per sfruttare un sano apporto proteico esente da grassi.

Insomma usa il farro come vuoi, ma usalo soprattutto di buona e certificata qualità, come ci assicurano i nostri amici di Spighe Toscane.

Seguimi nei prossimi articoli, perché ti racconterò tante novità sul farro: da come viene coltivato nella fattoria di Spighe Toscane, a come si sceglie, si coglie, si conserva e infine a come si cucina.

Per tutte le informazioni puoi visitare il sito di Spighe Toscane all’indirizzo www.spighetoscane.it, ricordando sempre che la salute non è una taglia, ma uno stile di vita.

Tags: , ,
© 2018 G.C. All Rights Reserved. Designed By G. Castellini

Search